E tu? Che penna sei?

Definizione di penna: Strumento scrittorio a inchiostro, rappresentato, fino al sec. XIX, da una penna d’oca o di tacchino, opportunamente temperata e tagliata con una sottile fenditura sulla punta; oggi, qualsiasi strumento scrittorio basato sull’impiego dell’inchiostro.

Oggi orientarsi nel vastissimo mondo delle penne sembra quasi un’impresa…. ma per gli appassionati, fortunatamente, resta un settore continuamente in evoluzione, nonostante il digitale. Ne producono di ogni forma, colore, prezzo… e performans.

Iniziamo subito a distinguere le penne per tecnologia:

  • Penna stilografica (o la stilografica s.f. ), provvista all’interno di un serbatoio per l’inchiostro.
  • Penna a sfera, penna nella quale l’elemento scrivente è costituito da una sferetta metallica che riceve l’inchiostro da un serbatoio allungato di plastica e, ruotando, lo distribuisce sul foglio. Detta anche “biro” dal nome dell’inventore, l’ungherese L. Biró (1899-1985) •1948.
  • Penna roller ball o rollerball: sono penne che utilizzano meccanismi di scrittura a sfera con inchiostro a base acquosa o liquido, contrariamente agli inchiostri viscosi a base di olio che si trovano nelle penne a sfera. Esistono due tipi principali di penne rollerball: penne a inchiostro liquido e penne a inchiostro gel. Il tipo “inchiostro liquido” utilizza un sistema di alimentazione di inchiostro molto simile a una penna stilografica.

La curiosità: primo brevetto per una penna a sfera fu rilasciato il 30 ottobre 1888 a John J Loud. Nel 1936 László Bíró, giornalista ungherese, con l’aiuto del fratello George, un chimico, iniziò a progettare nuovi tipi di penne, tra cui una con una minuscola palla sulla punta che poteva girare liberamente in una cavità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.